Scenario

SCENARIO


Non è possibile affrontare il fenomeno della dispersione scolastica senza considerarne le cause, che possono presentarsi sia nei contesti relazionali della scuola primaria sia all’interno dell’ambiente familiare.
In particolare, è cruciale concentrare gli sforzi sugli alunni che vivono in aree a rischio o che hanno un background vulnerabile, progettando specifiche esperienze educative e di crescita per la fascia di età 6-11 anni.

Quindi, le politiche educative e le azioni da svolgere devono concentrarsi sulle dinamiche emotive degli alunni, facendo attenzione alle loro capacità fin dalla scuola primaria.

Attraverso un approccio "precoce" è possibile dare un contributo più significativo alla riduzione della dispersione scolastica, con un impatto positivo anticipatorio sulle successive fasi educative e un miglioramento dell'ambiente di apprendimento.
Le analisi mirate, condotte dai partner del progetto F.a.S. nei loro contesti nazionali, hanno rimarcato la necessità di lavorare usando una strategia transazionale, sperimentando un approccio pratico e coinvolgendo attivamente gli alunni, gli insegnanti e le famiglie.